CAPPUCCETTO ROSSO E RE MIDA

Narrazioni

La tecnica del tele racconto prevede una telecamera collegata in presa diretta ad un video proiettore.
Sotto lo sguardo della telecamera si muovono le mani del narratore, che giocando con piccoli e semplici oggetti di uso comune dà vita, contraddice, rende ironico il racconto. E' un gioco condiviso con lo spettatore, in cui i burattini elettronici sono animati dalla tecnica dell'attore e dalla fantasia dello spettatore.
Una penna bic rossa, inquadrata molto da vicino, si rivela una petulante bambina dal naso lungo e dal Cappuccetto Rosso, un paio di forbici si trasforma nelle zanne affilate di un tremendo lupo affamato, una vecchia stilografica nella vecchia nonna ed un mazzo di matite in un bosco scuro ed impenetrabile.
Oppure nel Il re Mida un’automobilina, una rosa, una bottiglia ed una fetta di panettone si trasformano in oro; ma attenzione, perché potrebbero trasformarsi in… caccadimucca!
Secondo i contesti la fiaba può essere preceduta o seguita da una serie di giochi con gli spettatori, che vanno dal semplice "che cosa sembra" quando si tira fuori dalla tasca un oggetto e lo si prova a guardare in "macro", fino al più complesso qual è quello vero" in cui si mette in gioco ironicamente la nozione di reale e di virtuale. 


Dai 4 anni
Durata 50 minuti

due narrazioni di e con Carlo Presotto