MADE IN ITALY

Teatro Contemporaneo

made in italy non racconta una storia. Affronta in modo ironico, caustico e dissacrante le contraddizioni del nostro tempo. Lo spettacolo procede per accumulo. Fotografa, condensa e fagocita quello che ci circonda: i continui messaggi che ci arrivano, il bisogno di catalogare, sistemare, ordinare tutto. Procede per accostamenti, intersezioni, spostamenti di senso. Le scene non iniziano e non finiscono. Vengono continuamente interrotte. Morsicate. Le immagini e le parole nascono e muoiono di continuo. Gli attori non recitano. La musica è sempre presente e detta la logica con cui le cose accadono. Come in un video-clip.
made in italy è un groviglio di parole. È un groviglio di tubi luminosi. È un groviglio di icone.
Per un teatro pop. Per un teatro rock. Per un teatro punk. 
Un teatro carico di input e di immagini: sovrabbondante di suggestioni, ma privo di soluzioni.

Babilonia Teatri

di e con Valeria Raimondi, Enrico Castellani 
scene Babilonia Teatri/Gianni Volpe 
costumi Babilonia Teatri/Franca Piccoli 
luci e audio Luca Scotton 
movimenti di scena Luca Scotton 
organizzazione Alice Castellani 
foto di scena Marco Caselli Nirmal 
illustrazione Ilaria Dalle Donne 
coproduzione Babilonia Teatri / Operaestate Festival Veneto 
con il sostegno di Viva Opera CIrcus/Teatro dell’Angelo
produttore esecutivo La Piccionaia S.C.S.
PREMIO SCENARIO 2007 

Nomination ai Premi Ubu 2008 come Miglior Novità Italiana/Ricerca Drammaturgia 
PREMIO VERTIGINE 2010

Permesso Siae