LA TRILOGIA DELL'INCONTRO

Silent Play

Carlo Presotto, attore regista del Centro di Produzione Teatrale La Piccionaia, docente presso il dipartimento di Pedagogia dello Iusve, crea e sviluppa a partire dal 2010 il progetto Silent Play.

La trilogia dell'incontro rappresenta un'esplorazione progressiva di tre aree di confine dell'umano nella realtà presente.

Memorie del nostro Fugimento del 2016, scritto con Diego Dalla Via, mette in scena il tema dello spaesamento forzato, dal punto di vista di chi parte e da quello di chi vede arrivare.

Non abbastanza vicino del 2018, scritto con Umberto Pizzolato, sviluppa una riflessione a partire dalla condizione dell'operatore umanitario nei contesti di urgenza emergenza.

Un altro sguardo, esito di una scrittura partecipata con giovani attivisti dei gruppi Caritas di otto paesi di quattro continenti, narra della cultura dell'incontro, di ciò che la anima e di ciò che la limita, attraverso un dispositivo essenziale e fisico

Carlo Presotto accompagna come autore e partecipa come facilitatore alle performance, rimanendo a disposizione per lo smontaggio di gruppo delle loro risonanze emozionali, fisiche e cognitive.