SILENT PLAY

Progetti Speciali

"Un gruppo di spettatori, un conduttore teatrale, le cuffiette. Indossiamo le cuffiette ed apriamo le orecchie, gli occhi, muoviamo i nostri passi secondo un ritmo nuovo. Si parte all'avventura, e lo spazio si trasforma. La colonna sonora ci aiuta a scoprire particolari, ad ascoltare l'armonia nascosta di un luogo, le voci sommesse, coperte dal rumore di fondo del quotidiano. Turisti a casa propria...I monumenti parlano e raccontano le storie nascoste delle città. Un magia resa possibile da un semplice lettore mp3 e dalle movenze di un attore che crea situazioni inaspettate al cospetto di palazzi, monumenti, piazze, giardini, ponti, strade, case, quartieri..."

Silent Play è un progetto artistico e culturale, ideato da Carlo Presotto, che utilizza in termini teatrali le radioguide turistiche, usufruendone al di fuori dei tradizionali circuiti artistici, museali, storici, dando vita a degli itinerari sospesi nel tempo. Attraverso l'ascolto di un'audioguida interattiva e giocosa e la conduzione di un attore-performer, gli spettatori vengono coinvolti in una sorta di spettacolo itinerante che è ad un tempo ludica performance, progetto di indagine sulla memoria e messa in scena di spazi urbani e architettonici. Il progetto Silent Play che, ad oggi, ha già prodotto diverse esperienze site specific è facilmente declinabile in diversi territori per la valorizzazione del patrimonio artistico, architettonico, paesaggistico e sociale di ciascuna città e quartiere.

WORK EXPERIENCE 

09.  PARTIRE E' UN PO' MORIRE? Memorie del nostro fugimento 
       prodotto in occasione del Festival Biblico 2016
       Un'esperienza che, partendo dal tema degli stereotipi e dei pregiudizi, porta gli spettatori a sperimentare direttamente come il gruppo possa influenzare relazioni ed i comportamenti, fino al conflitto, la violenza e l’emarginazione. Lo spettatore si trova a decidere personalmente
       se di attivarsi e reagire, oppure se subire ed adeguarsi.

08. I MIRACOLI DEL NOCE 
     
Un percorso attraverso Camposampiero alla ricerca di “miracoli”, per ritrovare, come indica il testo, “le cose perdute” e forse un po’ se stessi, a partire da una riflessione sullo spazio, fuori e dentro di noi.

07. LA FIABA. ISTRUZIONI PER L'USO
      Giardino del Teatro Astra//
      Un gioco teatrale per bambini dai 5 ai 105 anni. Un magico viaggio in un territorio incantato fatto di suoni e di fantasia, guidati da una voce misteriosa lungo l’antico cammino della fiaba di magia. Incontri da fare, ostacoli da evitare, prove da superare e, alla fine, il ritorno a casa       da festeggiare.

06. A CIELO APERTO
      prodotto per il Comune di Marostica nel 2014
      Percorso attraverso la città di Marostica che ci fa "perdere" insieme nel suo centro storico, dove vediamo riaffiorare storie, memorie, significati e prospettive, nei quali gli spazi pubblici diventano luoghi da abitare, stanze a cielo aperto.

05. RADIO-WALKSHOW
      Piazza delle Erbe 
      Con Carlo Infante / Conversazione nomade con radio e smartphone sul tema della resilienza urbana
      Carlo Presotto, con l’aiuto di un gruppo di esperti locali, accompagna Carlo Infante ad incontrare l’area delle piazze vicentine intorno alla Basilica palladiana. Tra passato e futuro, una passeggiata condivisa, grazie ai sistemi whisper radio, diventa un brainstorming itinerante per         reinventare, in una sorta di palestra dello sguardo, lo spazio pubblico attraverso un’azione resiliente di cittadinanza attiva.

 04. UNA CITTA' DA ABITARE
       Partenza dal Caffé Moresco // Viale Dalmazia, 9
       Prodotto per l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Vicenza nel 2015
       Tre architetti (Marisa Fantin, Angelo Zanella, Liliana Dal Toso), un’urbanista (Sophia Los), una storica dell’arte (Agata Keran) e un antropologo (Tommaso Dolcetta), si confrontano con un’area significativa e problematica di Vicenza, quella tra Via Torino e viale Roma. Una                  staffetta di voci che propongono ciascuna un modo di fare esperienza dei luoghi e degli edifici; un racconto della città e dell’architettura contemporanea che vuole svelare luci ed ombre di una storia recente spesso vittima dei luoghi comuni.

03. LE VOCI DELLA BASILICA
      Basilica Palladiana // Piazza dei Signori
      "La mattina del 27 novembre 2010 una femmina adulta di capriolo viene avvistata nel centro di Vicenza. I suoi grandi occhi interrogavano le strade ed i palazzi della nostra città […]"
       Un percorso nelle logge e nel tempo, ad esplorare gli echi del cantiere della Basilica e della sua lunga storia, per concludersi con uno sguardo a 360° su Vicenza dalla terrazza superiore. Il percorso è accompagnato dalle musiche originali di Michele Moi e dalle opere dell’artista          Alberto Salvetti.

02. PROGETTO STASERA UNESCO
      Pietre che parlano / Palladio tra le righe/ Geometrie palladiane
      Prodotto per l'Assessorato alla Cultura del Comune di Vicenza nel 2012
      Tre diversi percorsi audioguidati, con azioni teatrali e di danza urbana, dedicati alla riscoperta dei siti Unesco minori della città, in un gioco tra architettura e citazioni cinematografiche, letterarie e musicali.

-PIETRE CHE PARLANO
Partenza da Casa Cogollo // Corso Palladio, 165
Persone e pietre, raccontate in un viaggio tra l’architettura e le suggestioni del grande schermo. Da Casa Cogollo verso Piazza dei Signori per arrivare poi in Piazza dei Signori, per un’ora ricca d’incanto e stupore. Uno sguardo sulla città e sulla sua gente, sospeso tra passato, presente e futuro.

-PALLADIO TRA LE RIGHE
Partenza dal Giardino Salvi //
Un itinerario che strizza l'occhio a Palladio per coglierne i lati più segreti: quello incompiuto, quello nascosto, quello imitato, quello dimenticato, quello che non ti aspetti.

-GEOMETRIE PALLADIANE
Partenza dall’Arco delle Scalette di Monte Berico // Piazzale Fraccon
Il percorso del cuore, in tutte le direzioni, le forme, i modi. Dall’Arco delle Scalette di Monte Berico fino alla Rotonda, per ritornare poi lungo la vecchia linea ferroviaria dove un tempo passava la Vaca mora. Un itinerario per indagare, indagarci e far(si) memoria, articolando le geometrie del cuore con il lascito del progetto palladiano.

01. LA CITTA’ INVISIBILE
      Partenza da Viale San Lazzaro 115
      prodotto in occasione del Festival Biblico 2010 
      Un’audioguida teatrale alla storia urbana e sociale del quartiere di San Lazzaro. Tutto comincia con una scommessa: un quartiere di periferia, un centro sociale tante storie da raccogliere, come in un frammenti di un puzzle che restituirà l’immagine di una città invisibile. Tra voci         e testimonianze degli abitanti, memoria del passato e progetti per il futuro. E balli scatenati in mezzo a un campo di pallacanestro abbandonato, diventato una pista di atterraggio per alieni...



Sito web : http://carlopresotto.wix.com/silentplay

SILENT PLAY è un progetto di Carlo Presotto
con Carlo Presotto, Paola Rossi, Matteo Balbo

prodotto da La Piccionaia Centro di Produzione Teatrale